Dopo quasi 5 mesi di allenamento, finalmente arriva il momento dell’esordio, il momento di fare sul serio per le ragazze di Mister Magrini.

Prima del fischio d’inizio, le ragazze hanno voluto ricordare un loro coetaneo, atleta come loro, Nicholas Candi, venuto meno una settimana fa a causa di una malattia che ha spezzato la sua giovane vita. La nostra capitana Sangermano ha letto un messaggio di saluto, poi il minuto di silenzio prima di immergersi nel match.

Mister Magrini, all’esordio sulla panchina candiese, schiera capitan Sangermano al palleggio, considerando anche il forfait della nostra Vale Brugiapaglia fermata da un problema alla caviglia ( Vale, dai, noi ti aspettiamo preso in campo, NON MOLLARE!!!), opposta un’altra esordiente con la maglia bianca-blu, Martina Pioli, in banda la collaudata coppia Barucca-Caravaggi, coppia centrale Carboni e Mengarelli, libero Antonelli. La prima candiese a mettere a segno il primo punto stagionale è Irene Carboni con un bel muro che stoppa subito le fidardensi. L’emozione dell’esordio si fa sentire, il gioco non è da subito fluido, anche se Candia mette subito in evidenza una buona verve in attacco. Sangermano cerca e trova Caravaggi e Carboni che picchiano forte. Candia si porta sul 4 a 1, ma le ospiti reagiscono e si riportano in parità sul 5 a 5. Il set prosegue all’insegna dell’equilibrio, con diversi errori da una parte e dall’altra soprattutto nella fase centrale del set. L’equilibrio si rompe con il primo punto candiese di Pio, che dopo due attacchi difesi dalle ospiti, può liberare il suo urlo con la palla del 18 a 18. E’ ancora Pio a piegare la buona difesa delle ospiti con la parallela del 21 a 18. Candia ha in mano le redini del gioco, Carboni non perdona dal centro per il 22 a 18 che costringe coach Orselli a richiamare le sue. Il finale di set è marcato Carboni e Caravaggi che fissano il punteggio 25 a 20.

Il secondo set si apre con la stoccata da seconda linea di Caravaggi e si continua con l’ace di Pioli. Anche Barucca trova l’angolo giusto per il 5 a 0. Sul 6 a 0 Candia commette qualche errore e permette alle fidardensi di accorciare il gap, portandosi sul 4 a 6. Carboni, in serata di grazia, ben imbeccata da Sangermano trova prima l’attacco vincente e poi si concede il bis in battuta. Candia inizia a macinare il suo gioco, con una buona ricezione guidata da Antonelli e una Sangermano quasi impeccabile nella distribuzione del gioco. Pio fa vedere tutta la sua classe nel super diagonale del 15 a 10. Anche Caravaggi sfodera tutta la sua potenza nel diagonale chirurgico del 19 a 13. Le fidardense non riescono a trovare continuità, anche a causa dei diversi errori dai 9 metri. Candia sbaglia poco e sul 24 a 16 un’altra esordiente è chiamata da Mister Magrini al debutto al servizio, Alessia Giacchetta arrivata da poche settimane a dare una mano. Senza alcun timore Alessia mette in mostra il suo gran servizio, il set lo chiude Carboni che dal centro non sbaglia quasi nulla. Il set si chiude 25 a 16.

Nella fase iniziale del terzo set le ospiti cercano di reagire e si combatte punto a punto nei primissimi punti, ma dal primo attacco vincente di Mengarelli parte il break candiese che poi si concede il bis con un servizio che “cecchina” il libero fidardense. Dopo l’attacco vincente da seconda linea di Caravaggi per il 9 a 6, Mister Magrini chiama il doppio cambio, con Giacchetta a rilevare Pioli e Calderoni per Sangermano. Barucca dai 9 metri sfodera una serie di servizi micidiali che piegano la ricezione ospite e Candia vola sul 12 a 7. Poi momento di appannamento in casa Candia e la Biodray ne approfitta per riportarsi sotto 14 a 12. Mister Magrini spende il suo primo e unico time-out per schiarire le idee alle sue. Al rientro in campo le ospiti sbagliano al servizio e Candia ringrazia. Le ragazze di casa riprendono a macinare il proprio gioco, Giacchetta imbecca Caravaggi, poi è Calderoni a trovare il primo punto personale dai 9 metri e Candia si porta sul 17 a 12. Le fidardensi provano a restare nel match sino al 17 a 20, poi un lungo-linea di Barucca non difeso rompe di nuovo gli equilibri. Le ospiti non riescono a trovare varchi nell’attenta difesa candiese e Carboni, dopo aver chiuso il primo e secondo set, chiude anche il terzo mettendo a terra il suo 14esimo pallone per il definitivo 25 a 19.

Arrivano così i primi 3 meritati punti in casa Candia, di fronte a un folto pubblico, quello delle grandi occasioni e allora è giusto festeggiare anche con le nostre under 13 e 14 venute a sostenere le loro compagne più grandi. Una buona prova per la compagine di Mister Magrini, che dopo aver smaltito l’emozione dell’esordio nel primo set, ha praticamente avuto sempre in mano il pallino del gioco, non permettendo mai alle ospiti di rientrare in partita. Il campionato è solo all’inizio, il cammino è lungo, però iniziare con il piede giusto è fondamentale.

PS: sappiamo bene che nello sport di squadra non è cosa buona e giusta parlare dei singoli, ma è doveroso ringraziare due atlete, due grandi persone innanzitutto: Martina Pioli e Costanza Sangermano. Non tutti sanno che Martina, proveniente da Loreto, lo scorso anno ha vinto il campionato di serie D e nonostante varie proposte arrivate da squadre di C e D, ha deciso di sposare il progetto Candia e “scendere” di diverse categorie con grande umiltà e impegno. Grazie davvero Pio!
Che dire della nostra Costy? Ben tornata a casa!! Dopo un anno in serie C con la Team Volley, anche Costy avrebbe avuto l’opportunità di giocare in categorie più importanti, ma fin da subito ha detto: “Io ci sono, torno a casa!”. Grazie Costy!

E adesso pensiamo al secondo turno, mercoledì si torna in campo a Loreto per affrontare l’ultimo match del 2017!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *