Esordio infortunato… Castelferretti Volley – Candia Volley 3 – 2

In casa Candia aspettavamo l’esordio stagionale con una certa curiosità. Tanti i cambiamenti nell’organico a disposizione di Mister Ferrante, tornato sulla panchina candiese in questa stagione. Starting six con capitan Sangermano in cabina di regia, opposta Caldaroni, in banda ritorno dopo un anno di stop per Bucco e Mosca, mentre al centro accanto a Mengarelli ritorno dopo due anni lontana da Candia per Elisa Pace, libero Moroni. La squadra candiese contro l’esperta compagine di Castelferretti parte subito con il piede giusto con un bel muro di Bucco e con l’ace di Mosca. Candia è attenta e Mengarelli si fa trovare pronta sull’imbeccata di Sangermano per il 5 a 1. Il diagonale di Bucco porta avanti Candia sul 6 a 2. La squadra di Mister Ferrante esprime un bel gioco e Sangermano varia il gioco affidandosi a Caldaroni che sfonda il muro per il 7 a 4. Castelferretti sfrutta gli errori al servizio di Candia per riportarsi nel set e impatta sull’8 a 8 e con un pallonetto lungo centra il sorpasso 10 a 9. Candia riparte dal diagonale di precisione di Mosca e la seconda linea vincente di Caldaroni riporta avanti Candia 11 a 10 Il set è combattuto e si prosegue punto a punto fino al buon turno al servizio di Mosca e al muro di Pace che permette a Candia di ristabilire una distanza di sicurezza sul 15 a 11. Il diagonale di Bucco del 18 a 12 testimonia il buon momento della formazione ospite. Dopo l’ace di capitan Sangermano del 20 a 13 coach Badiali spende il secondo time-out a sua disposizione, ma al rientro in campo Sangemano trova il secondo ace personale. Castelferretti si dimostra squadra tenace e si riporta sotto fino al 16 a 22, sfruttando qualche amnesia in ricezione da parte della candiesi. Poi ci pensano le due centrali candiesi e a chiudere la pratica, prima Mengarelli poi Pace chiudono la contesa sul 25 a 20 con pieno merito.
Il secondo set si apre con una diagonale e una parallela vincente di Bucco. Sangermano continua a smistare bene il gioco e sia Mosca che Caldaroni si fanno trovare pronte per il 6 a 5. Candia sfrutta i pallonetti e si porta avanti 9 a 7. Proprio quando tutto sembra andare per il meglio succede quello che non dovrebbe succedere. L’attaccante di Castelferretti invade ed Ely Pace scendendo da muro ricade sulla caviglia. Così Elisa è costretta a lasciare il campo in lacrime. Al suo posto entra Mariluce Micucci, tornata a giocare a volley dopo diversi anni di inattività. Candia prova a restare nel set, ma il pensiero va ad Elisa e Castelferretti ne approfitta. Le padrone di casa impattano sul 12 a 12 e da lì Candia smette di fatto di giocare. Barucca entra per Bucco, mentre Mosca cerca di sfruttare al meglio le chance in attacco , ma di fatto Candia sparisce dal campo e Castelferretti si aggiudica il set 25 a 19.
Nel terzo set Mister Ferro prova a ridisegnare la squadra provando Barucca al centro. Candia inizia bene con Bucco e Calderoni, ma dopo il 6 a 4 firmato Caldaroni, la squadra di casa preme l’acceleratore al servizio e con una serie micidiale di ace annienta le resistenze candiesi. Mister Ferro sul 10 a 15 spende il secondo time-out a sua disposizione, ma Candia non riesce a ricompattarsi. C’è spazio anche per l’esordio di D’Angelo al posto di Bucco sul 10 a 19, ma Castelferretti continua a battere forte e il set finisce con un doppio ace che vale alle padrone di casa il 25 a 13. Nel quarto set Mister Ferrante cambia ancora le carte in tavola, provando Caldaroni al centro e Barucca opposta per non lasciare nulla di intentato. E allora succede quello che forse in pochi ci aspettavamo visto l’andamento del secondo e terzo set. Le ragazze di Candia riprendono a giocare la loro pallavolo e grazie al buon servizio di Mengarelli che piazza due ace, le ospiti si ritrovano avanti 4 a 0. Nonostante un doppio errore candiese, Mosca è brava a centrare il 7 a 4. Castelferretti ricuce lo strappo, ma Caldaroni è brava a chiudere di prima intenzione l’8 a 7. Il punto in mischia dà coraggio alle ragazze di Mister Ferrante e Mengarelli strappa gli applausi del pubblico con il punto del 12 a 10 per poi ripetersi al servizio con il 14 a 11. Bucco sfrutta il diagonale per il 15 a 12, poi ci pensa capitan Sangermano a scardinare la ricezione avversaria con due ace personali, mentre in casa Candia Moroni fa buona guardia in difesa. Candia si trova avanti 22 a 14 con una doppia Bucco. Nel finale c’è spazio per il diagonale vincente di Mosca e il pallonetto di astuzia di Caldaroni, prima del definitivo 25 a 15. Così si va al tie-break con la stessa formazione del quarto. Si riparte dall’ace di Mosca e il doppio vantaggio candiese. Poi una serie di errori da una parte e dall’altra portano avanti le padrone di casa 5 a 2. Sangermano è brava a cogliere impreparata la difesa di Castelferretti con il tocco di seconda intenzione del 3 a 5. Candia ribalta il punteggio portandosi avanti 6 a 5. Poi un errore al servizio dà il là al controsorpasso di Castelferretti che va al cambio campo avanti 8 a 6. Sul 7 a 10 Mister Ferro richiama le sue per la seconda volta, ma al rientro in campo altri due errori candiesi consentono a Castelferretti di volare sul 12 a 7. Candia prova a restare nel match con il pallonetto di Caldaroni del 9 a 14, ma al terzo tentativo Castelferretti chiude il match 15 a 10. Top scorer del match Bucco con 12 punti, a seguire 10 per Mosca, 9 Caldaroni, 6 per Mengarelli e Sangermano, 3 Barucca, 2 Pace e 1 Micucci.
Sicuramente un punto meritatissimo per le ragazze di Mister Ferro che hanno subito il contraccolpo psicologico dopo l’infortunio di Ely Pace nel secondo e terzo set, ma che sono state poi brave a riaprire il match nel quarto set. Un punto ottenuto in un campo difficile e in una situazione ancora più difficile. Ora il nostro pensiero va ad Elisa, la nostra combattente, che dovrà aspettare una settimana per capire l’entità del danno subito e stimare i tempi di recupero. Il nostro augurio è che possa tornare presto in campo con la stessa grinta e determinazione di sempre. La squadra per due set ha fatto vedere buone cose, esprimendo una bella pallavolo e da questo bisogna ripartire, più uniti che mai in questo momento sicuramente complicato. Menzione speciale va al nostro pubblico e alle nostre tre “tifose-pesti”, ovvero Alena, Elisa e Gaida che per tutto il match hanno sostenuto le nostre ragazze, beccandosi anche qualche rimprovero dall’arbitro per la troppa vicinanza al campo. Con questo spirito combattivo dobbiamo scendere in campo sabato prossimo contro Camerano perché siamo solo alla prima e il cammino è lungo… Elisa sarà sicuramente sugli spalti a tifare le sue compagne e noi con lei! Appuntamento sabato alle 18.30 a Candia.#SICANDIASI#.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *