L’impresa non riesce. Pallavolo Collemarino – Candia Volley 3 – 0

Niente da fare. Ancora una volta Collemarino interpreta il ruolo della “bestia nera” per le ragazze di Mister Ciccio Spargoli. “Chi vince festeggia, chi perde spiega” si dice. Ma oggi c’è da spiegare che questo è un grande gruppo, un gruppo che avrebbe meritato qualcosa di più di un troppo severo 3 a 0. Dicono che la pallavolo è questione di dettagli e quei dettagli nel primo set ci sono stati fatali.

Mister Spargoli si affida a Morisco in regia opposta Giulia Moretti, in banda capitan Rossi e l’incerottata Strappato, al centro Giambuzzi-Pierdicca.

Il set si apre con muro su Rossi fin da subito marcatissima dalla squadra di Cremascoli che poi sbaglia il servizio e rimette i conti in parità. Morisco innesca una perfetta Giambuzzi per il 2 a 1. Set in equilibrio con entrambe le squadre contratte dai 9 metri. Giambuzzi replica con l’ace del 4 a 2, ma Collemarino recupera il break e si riporta in parità. Noemi Strappato, nonostante il dito incerottato è in campo e sfrutta bene il diagonale per il 5 a 4. Candia si smarrisce e subisce la rimonta di Collemarino che con un buon turno al servizio e qualche errore di troppo delle candiesi si porta sul 13 a 9. Pierdicca accorcia 10 a 13, dopo essere stata autrice di una super difesa sul centrale avversario. Capitan Rossi, dopo un inizio complicato, trova la parallela dell’11 a 13 che riporta nel set le ragazze di Candia. Morisco sbaglia il servizio, ma Moretti è brava a trovare l’insaccata a muro del 12 a 14. Un altro attacco vincente di Giambuzzi riporta Candia a -1 e coach Cremascoli spende il primo time-out a sua disposizione. Rossi trova 3 ace consecutivi che porta Candia sul 16 a 14. Purtroppo l’errore dai 9 metri di Rossi e poi l’errore da seconda linea rimette i conti in pari. Collemarino trova un doppio turno vincente al servizio e sul 17 a 19 mister Spargoli fera il gioco. Moretti rientra in campo e con il mani-out trova il 18 a 19 e poi è brava al servizio. Candia mette la freccia con il mani-out di Strappato del 20 a 19. Dopo il time-out di Cremascoli, Collemarino con il pallonetto trova il 20 a 20. Morisco si supera con un tocco di seconda intenzione che strappa un applauso a Sangermano presente sugli spalti. L’ace di Strappato del 22 a 20 infiamma le Candiesi, Il muro di Morisco del 23 a 21 illude le ragazze di Mister Spargoli che poi sbagliano il servizio e incassano il punto del 23 a 23. Rossi spara out e Collemarino conquista il primo set-ball, annullato per un errore al servizio. Una super diagonale di Rossi regala il 25 a 25 a Candia che con il mani-out di Strappato ha il primo set-ball a sua disposizione. Collemarino, però, non si disunisce e prima impatta sul 26 a 26, poi con l’ace del 27 a 26 mette la freccia per chiudere 28 a 26.

L’amarezza per un set combattuto e perso si fa sentire nel secondo parziale. Dopo un inizio equilibrato in cui Candia si porta avanti 3 a 2 grazie al diagonale di Moretti, si alza il livello del servizio di Collemarino e Candia si trova subito sotto 8 a 4. Mister Spargoli prova a scuotere le sue, ma Collemarino continua a picchiare forte e vola sul 12 a 4. Strappato prova a suonare la carica con il mani-out del 5 a 12, ma tutti gli scambi lunghi se li aggiudica Collemarino che si porta sul 13 a 6. L’ace di Pierdicca riduce a 6 le lunghezze di distacco. Ma Candia non riesce a trovare continuità, subendo molto in ricezione e Collemarino controlla facile sul 18 a 9. Noemi è un gigante in parallela con il 10 a 18 e poi si concede il bis in diagonale. Non bastano qualche fiammata per tornare il set che si chiude con un pesante 13 a 25.

Nel terzo set Collemarino riparte forte 3 a 0, e sul 6 a 1, dopo l’ennesimo ace, Mister Spargoli ferma il gioco. Il mani-out di Moretti e la seconda linea vincente di Rossi riporta Candia a -3 sul 3 a 6. Poi altro turno micidiale al servizio per le ragazze di Cremascoli che si portano sull’11 a 4. Questa volta però Candia non ci sta e tira fuori tutto ciò che ha. Il nastro è amico di Strappato per il 5 a 11, poi Moretti chiude lo scambio del 6 a 12. Qualche errore di Collemarino aiuta Candia a ridurre il gap e il pallonetto di capitan Rossi porta Candia sul 9 a 13. Il diagonale out di Collemarino del 14 a 12 rimette Candia in partita. Due ace di capitan Rossi completano il recupero e sul 14 a 14 Candia torna a crederci. Serie di errore da una parte e dall’altra, poi Moretti sfonda il muro per il 16 a 16. Un errore al servizio di Giambuzzi e la murata su Strappato riporta avanti Collemarino. Strappato si fa subito perdonare con il mani-out del 17 a 18. A Candia però non riesce di chiudere gli scambi lunghi e così Collemarino su trova avanti 20 a 17. Mister Spargoli spende il secondo time-out e al rientro in campo Candia accorcia a -2. Un attacco dal centro e due ace portano Collemarino sul 23 a 18. Capitan Rossi annulla il primo match-point, ma al secondo tentativo Collemarino chiude la contesa 25 a 19.

Sapevamo che quella di oggi sarebbe stata un’impresa quasi impossibile, la squadra di Cremascoli ha dimostrato di avere qualcosa in più rispetto all’organico di Candia. Però oggi vanno fatti solo i complimenti a Mister Spargoli e a queste meravigliose ragazze che hanno lottato e hanno dato tutto. E’ mancata la lucidità nel finale di primo set, portarsi sull’1 a 0 avrebbe dato sicuramente un’iniezione di fiducia, ma il volley è così, ogni disattenzione può essere fatale. Come si è detto a fine partita, ci riproveremo il prossimo anno, magari sperando che Alena De Felice possa essere a disposizione, non solo per il tifo. Anche quest’anno purtroppo i problemi fisici hanno fermato Alena e hanno privato Mister Spargoli di una pedina importante. Il gruppo ora deve continuare a lavorare a testa bassa insieme a tutto il collettivo, perché si vince di squadra.

Per il Candia Volley è comunque una grande soddisfazione poter disputare una semifinale provinciale contro vere corazzate. Brave girls, bisogna continuare a crederci!! #candiavolley

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *