Un’altalena di emozioni… Candia Volley vs. BFTM Camerano 3 – 2

Alcune immagine del match

Un 2020 all’insegna dei tie-break. Dopo quello perso in casa di Castelfidardo, ne arriva un altro, questa volta vittorioso contro la BFTM Camerano, squadra che lotta come noi per uno dei tre pass per i play-off.

Mister Ferrante si affida a capitan Sangermano in cabina di regia, opposta Caldaroni, coppia di banda Caravaggi e D’Angelo, al centro Lucescul e Mengarelli, libero Mosca. Proprio come a Castelfidardo Candia parte benissimo, Caldaroni è la prima a chiudere lo scambio lungo all’esordio del set e poi replica per il 3 a 2. Lucescul e Caravaggi incrementano il vantaggio e dopo il muro di Sangermano del 7 a 2 Camerano spende il primo time-out. Candia gioca sul velluto con Caravaggi che si fa trovare pronta, mentre Lucescul conclude alla grande il 13 a 3. Camerano non riesce ad entrare nel match e il muro di Mengarelli del 19 a 5 certifica lo strapotere candiese nel primo set. Timidi di segnali di ripresa per Camerano nella parte finale di set, ma il parziale si chiude 25 a 8.
Nel secondo set partono bene le candiesi con un doppio muro di Caravaggi, poi è Sangermano a ingannare la difesa cameranense per il 4 a 2. Le ospiti, però, iniziano a battere con intensità, mentre Candia inizia il festival dell’errore dai 9 metri. Proprio su errore in attacco arriva da parte delle padrone di casa arriva il vantaggio delle ospiti per 8 a 7. Mister Ferro spende il primo time out sul 7 a 9. Un ace di D’Angelo e il murone di Mengarelli rimettono la sfida in parità, ma continuano gli errori dai 9 metri e sull’11 a 14 Mister Ferro esaurisce i time-out a sua disposizione. Camerano mette in mostra una buona organizzazione difensiva e si porta avanti fino al 17 a 13. Barucca entra per D’Angelo e Candia riparte dal muro a uno di Lucescul per il 14 a 17. Candia riesce ad accorciare sino al 16 a 18, ma gli errori continuano a condizionare il gioco candiese e Camerano si aggiudica con merito il secondo parziale 25 a 19.
Il terzo set si apre con Caravaggi che sfonda il muro cameranense dopo un’ottima difesa di Mosca. Lucescul chiude di prima intenzione il 4 a 1. Candia riduce gli errori e D’Angelo chiude alla grande lo scambio del 9 a 4. Poi fase confusa del set, con scambi lunghi ma poco efficaci da una parte e dall’altra. Camerano si riporta a -1 con l’ace del 10 a 11. Barucca rientra in campo per D’Angelo ed è Mengarelli, una delle candiesi più in palla, a dare una sferzata con l’attacco vincente del 12 a 10, poi si concede l’ace del 13 a 10. Un errore e due ace per le ospiti vanificano il mini-break candiesi e si torna in parità, con Mister Ferro che spende il secondo time-out a sua disposizione. Questa volta è il diagonale di Caravaggi a portare avanti le sue, poi l’ace di Caldaroni ridà fiducia alle candiesi che riprendono a giocare come sanno. Altro diagonale e nastro amico per Caravaggi che vale il 19 a 15. Il diagonale di Barucca del 20 a 17 lascia a distanza di sicurezza le ospiti. Il set si chiude con il diagonale vincente di Caldaroni per il 25 a 19.
Le ospiti nel quarto set iniziano subito con il piede giusto con un doppio vantaggio. Candia pareggia con Caravaggi e poi con l’ace di Caldaroni. Le cose riprendono a girare bene e il diagonale di Barucca vale il 9 a 5. Mengarelli a muro non sbaglia quasi nulla e chiude la strada alle ospiti per il 12 a 8. Il diagonale del 14 a 8 di Caravaggi illude le candiesi perchè a 11 punti dalla fine del match e dai 3 punti, Candia si perde in ricezione e Camerano punto dopo punto ricuce lo svantaggio trovando la parità sul 16 a 16. Mister Ferro, finiti i time out a sua disposizione, prima chiama Cirenei per Lucescul, poi Cinti per Mosca. Candia però non riesce a ritrovare le giuste misure in attacco e Camerano si porta sul 21 a 17. Rientra Lucescul per il muro del 18 a 21, ma è uno degli ultimi lampi candiesi. La BFTM chiude il set 25 a 19.
Il tie-break si apre con il diagonale vincente di Caravaggi, poi sono le ospiti a realizzare un mini-break e portarsi avanti 3 a 1. Lucescul di prima intenzione pareggia i conti prima del diagonale vincente di D’Angelo. Il capitano coglie tutti di sorpresa con il tocco di seconda intenzione dei 5 a 3. Mengarelli chiude bene il 7 a 4 e si va al cambio di campo con la seconda linea vincente di Caravaggi dell’8 a 4. Momenti di tensione tra le ospiti e il direttore di gara per una presunta trattenuta di Caravaggi costa il cartellino rosso e il punto dell’11 a 6. Un’altra super diagonale di Caravaggi mette alle corde le ospiti. Il set si chiude 15 a 7 con un errore in attacco delle ospiti.

Top scorer del match Alessia Caravaggi con 21 punti, segue Lucescul a quota 12, 8 per Mengarelli, 7 per Caldaroni e D’Angelo, 4 per Barucca e 3 per Sangermano. Da segnalare l’ottima prova di entrambi i nostri liberi, Mosca e Cinti attente in difesa e ordinate in ricezione.

Il dominio del primo set ha forse ingannato le ragazze di Mister Ferro, la BFTM è cresciuta al servizio e in difesa, mettendo in difficoltà le padrone di casa in alcuni frangenti. Potevano essere 3 punti, ma tutto sommato è un risultato giusto per quello che si è visto in campo. A Candia manca ancora la continuità, ma anche sabato si sono visti alcuni scambi davvero belli che ci fanno ben sperare per il proseguo della stagione. Prossimo appuntamento sabato alle 18.00 ad Agugliano.

Un punto preso o due persi? Amarene Pallavolo Fidardense – Candia Volley 3 – 2

Prima dell’inizio del match

Premessa: l’articolo che seguirà non sarà forse troppo obiettivo, lo scrivo da tifosa, perchè in alcune partite è difficile mantenere il distacco, alcune partite ti prendono più di altre e così le parole di commento non possono non risentire delle emozioni vissute.

Sabato ci aspettava un test importante, contro la prima della classe, a casa loro, in un campo da sempre ostico per le candiesi. I favori del pronostico non erano certo per noi. Eppure quando parti con un 7 a 0 a tuo favore, pensi che forse i pronostici sono fatti per essere sovvertiti. Mister Ferro si affida a capitan Sangermano in cabina di regia, opposta Barucca, in banda Caravaggi e D’Angelo, coppia centrale Lucescul e Mengarelli, libero Mosca. Candia parte fortissima con un servizio micidiale di Mengarelli e il murone di Lucescul. Sul 7 a 0 coach Orsetti chiama il primo time-out. Il nastro gioca a favore delle padrone di casa ed è così che arriva il primo punto della fidardense. Sangermano cerca fin da subito di sfruttare la potenza di Lucescul che risponde presente. Barucca trova l’ace del 9 a 4 prima di un doppio errore candiese che consente alla fidardense di rifarsi sotto. D’Angelo è brava ad anticipare tutti per l’11 a 8 e poi si concede il bis. La Fidardense con una bella parallela torna sotto 11 a 13, poi l’attacco di Lucescul e il secondo ace personale di Barucca riportano Candia a un più confortante 18 a 13. Candia però non riesce a trovare continuità e Mister Ferro ferma subito il gioco sul 18 a 15. Lucescul è ancora determinante a chiudere il 19 a 15, prima dell’ennesimo aiuto del nastro per le padrone di casa. Il diagonale di D’Angelo del 22 a 17 potrebbe essere quello decisivo, ma ma un doppio ace della fidardense rimette tutto in discussione. Caravaggi nel finale si ritrova e chiude in diagonale il 24 a 20 e poi il 25 a 20.

Il secondo set si apre subito con un errore delle candiesi che non si capiscono sul secondo tocco dopo la difesa di capitan Sangermano. La Fidardense aggiusta la ricezione e inizia a difendere con maggiore continuità. Un doppio ace di Lucescul riporta avanti le sue 5 a 4, prima di una serie di errori da un parte e dell’altra della rete. Cinti entra per Mosca, ma Candia continua a subire in ricezione. E sull’11 a 8 per le padrone di casa Elisa Rossi entra per Caravaggi. Il diagonale vincente di Barucca riporta Candia sul 9 a 12, poi il muro di Lucescul prima e Sangermano poi (muro a uno sul centrale) riporta Candia a – 1. Ma quando Candia sembra essere rientrata nel set arrivano altri errori e la Fidardense si trova sul 16 a 12. Mister Ferro ferma il gioco e la fast di Lucescul riporta punti in casa Candia. Una parallela di Barucca e una super difesa a tuffo di Sangermano porta Candia di nuovo a una sola lunghezza di svantaggio. La Fidardense ferma il gioco, ma al rientro in campo è il muro di Mengarelli a regalare la parità a Candia. Un altro errore in attacco per le candiesi riporta avanti le padrone di casa, che pero’ sbagliano il contrattacco dopo una super difesa da applausi di Cinti a fondo campo. E ancora una volta è il nastro ad aiutare l’attacco fidardense e a regalare i 20 a 19 alle padrone di casa. Una parallela sbagliata e le lunghezze di vantaggio diventano due. Caravaggi rientra in prima linea per Rossi, ma Candia subisce due ace e la Fidardense si ritrova sul 24 a 20. Lucescul è brava ad annullare il prim set-ball, mentre la neo entrata Caldaroni annulla il secondo con un attacco da seconda linea. L’errore dai 9 metri di Candia chiude il set e ristabilisce la parità.

Nel terzo set partono forti le padrone di casa che volano subito sul 5 a 1. Candia riparte dal mani-out di Caravaggi e da un bell’attacco di Barucca. Sul 10 a 5 Mister Ferro spende il secondo time-out a sua disposizione. Rientrate in campo il muro di Lucescul chiude bene gli spazi all’attacco fidardense. Un numero di Caravaggi regala a Candia il 13 a 15, prima dell’ace di Mengarelli. Candia torna così a meno 1 riaprendo il set. L’ace di Caravaggi del 17 a 17 induce coach Orsetti a fermare il gioco. Al rientro in campo le padrone di casa piazzano un bel break di 3 a 0 che si interrompe con il monster-block di Lucescul del 18 a 20. Poi succede che due volte il nastro aiuto la Fidardense, mentre in casa Candia arriva l’ennesimo errore in attacco. Le padrone di casa si trovano così sul 22 a 19. Candia non riesce ad uscire dall’impasse e il chiude si chiude 25 a 19 per le padrone di casa.

Nel quarto set Mister Ferro sposta Barucca in 4 con opposta Caldaroni, out Caravaggi. Ed è proprio Caldaroni a mettere la prima palla a terra, poi bissa Mengarelli. Candia ritrova il bel gioco, grazie soprattutto a un servizio di nuovo ficcante. Il capitano si fa beffa dei rumoreggiamenti del pubblico per un presunto doppio andando a chiudere di seconda intenzione il punto del 7 a 3. Un doppio ace di Barucca allunga il gap. L’ace di Sangermano del 18 a 10 e il diagonale di Caldaroni regalano a Candia il 19 a 10. Quando i punti di differenza diventano 10 con il secondo ace di Sangermano il match sembra destinato al tie-break, ma il calo di tensione candiese viene ben sfruttato dalla fidardense che recupero 4 lunghezze di svantaggio, Mister Ferro spende il secondo time-out a sua disposizione e poi gioca la carta Caravaggi per Caldaroni. Alessia chiude con una magia il 21 a 14, poi la Fidardense torna a farsi sotto. Mister Ferro, finiti i time-out a sua disposizione, richiama in campo Caldaroni. Un errore al servizio della padrone di casa riporta Candia sul 22 a 18, poi altro doppio break fidardense e Candia inizia a vacillare. Il capitano a questo punto si affida a Lucescul che con 3 punti personali chiude il set 25 a 22.

Nel tie-break Candia sembra da subito scarica, mentre la Fidardense si mostra più compatta, nonostante gli errori dai 9 metri. Candia si trova subito sotto 7 a 3, senza aver messo a terra una palla. La prima delle sue a violare la difesa fidardense è Lucescul con il punto del 4 a 7. Poi arriva il 1/2 ace di Caravaggi e Candia sembra poter riaprire il discorso tie-break. Un muro di Lucescul mantiene a Candia a – 2. Sull’11 a 7 Mister Ferro spende il secondo tie-break. Il mani-out di Caldaroni dell’8 a 11 non basta per riportare Candia sui giusti binari. Mengarelli è brava a chiudere il 9 a 12. Coach Orsetti ferma subito il gioco prima del servizio di Mengarelli e il time-out si rivela molto proficuo in quanto al rientro in campo Michela manda fuori di poco il servizio. Lucescul annulla il primo match-ball, ma al secondo tentativo la Fidardense non sbaglia e si aggiudica il match vincendo 15 a 10 il tie break.

Top scorer del match Sabrina Lucescul a quota 25 punti. E diciamo che per un centrale fare 25 punti non è cosa per tutti. Da appassionati di questo sport è un piacere vederla giocare con la nostra maglia. Grande merito va anche alla nostra immensa regista, Sangermano che ha corso km e km cercando di mettere una pezza quando la ricezione non è andava. 12 i punti per Mengarelli, 10 Barucca, 9 Caravaggi, 7 D’Angelo, 5 per Caldaroni e Sangermano.

Quando Candia ha giocato senza sbavature ha mostrato davvero un bel gioco, mettendo in grande difficoltà le padrone di casa che fin qua non avevano mai perso punti. Ci è mancata la lucidità in alcune fasi cruciali del set, soprattutto nella parte finale. L’inizio di match ci ha forse illuso e ha fatto sicuramente crescere il rammarico, perchè se avessimo mantenuto quel ritmo in battuta il risultato finale poteva essere diverso. Però un punto in trasferta in un campo difficile è comunque positivo e da qui dobbiamo ripartire. Tra due settimane si torna a giocare in casa, contro Camerano, reduce da 4 vittorie consecutive. Sarà un altro test importante, fondamentale per la classifica in quanto solo 3 squadre potranno accedere ai play-off e noi vorremmo esserci!!

Under 14: finale con il botto!! Candia Volley – Beauty Prestige 2 – 0

Le ragazze di coach Talevi chiudono alla grande la prima fase del proprio campionato under 14, vincendo 2 a 0 con la seconda forza del campionato, la Beauty Prestige che si è dimostrata squadra tosta, in grado di mettere in grande difficoltà le padorne di casa nel primo set.

Coach Talevi per l’ultima gara dell’anno si affida a Morisco in regia, opposta De Felice, in banda Rossi e Strappato, coppia centrale Moretti e Pierdicca. Fin dai primi scambi si capisce che sarà una gara combattuta palla su palla. E’ De Felice ad aprire le marcature in diagonale, seguita da Strappato che fissa il 3 a 1. La squadra di Patrizia Regini, però, non si lascia intimidire e mette la freccia sul 6 a 5. Morisco si affida a Giulia Moretti che con 3 punti consecutivi dal centro permette alle sue di riportarsi avanti 7 a 6. Rossi conclude lo scambio lungo dell’8 a 6. Poi un errore dai 9 metri e un ace subito riporta Polverigi in parità. Pierdicca è brava “di rapina” a prendersi il punto dell’11 a 10, ma continuano gli errori dai 9 metri per le candiesi e Polverigi ringrazia. Le ospiti si portano fino al 15 a 11 e solo un loro errore al servizio interrompe la mini-fuga. L’ace di Morisco del 13 a 16 e il pallonetto di Rossi rimettono in carreggiata le padrone di casa e sul 17 a 16 è coach Regini a fermare il gioco. Al rientro in campo Candia subisce un altro mini-break e sul 16 a 20 coach Talevi spende il secondo time-out a sua disposizione. Sotto 16 a 21, Morisco si affida a Moretti che con un bel mani-out interrompe la striscia polverigiana. De Felice dai 9 metri trova l’ace del 18 a 21, mentre Moretti è brava a concretizzare il 19 a 21. Coach Regini ferma di nuovo il gioco, ma questa volta al rientro in campo Strappato è brava a sfruttare il pallonetto per il 20 a 21. Un errore al servizio riporta avanti le Beauty di due lunghezze. Il finale di set è davvero ricco di emozioni. Le ospiti hanno a disposizione 2 set ball, coach Talevi gioca la carta Masini in seconda linea per Moretti. Gli scambi lunghi questa volta volgono a favore di Candia che impatta così sul 24 a 24. Rossi chiude in diagonale il 25 a 24 e lo scambio successivo, dopo una serie di difese da una parte e dall’altra, si chiude con l’errore delle ospiti. Candia conquista così il primo set.

La vittoria in rimonta del primo set cambia il volto delle candiesi. Il servizio torna ad essere l’arma in più in casa Candia, archiviando così i 6 errori di squadra del primo set in questo fondamentale. La prima a trovare gioia dai 9 metri è Rossi, poi è la volta di Pierdicca che spezza la ricezione avversaria con ben 4 ace. Candia vola sul 10 a 1 e coach Regini ferma il gioco, ma al rientro in campo, dopo 2 punti delle ospiti, Rossi cogli impreparata la difesa della Beauty con una ricezione abbondante. Morisco chiude di seconda intenzione il punto del 12 a 3. Candia si dimostra padrona del campo e coach Talevi inizia la girandola dei cambi con l’inserimento di De Jesus per Morisco sul 18 a 5. Poi è Boria ad entrare al posto di Moretti in seconda linea. Candia continua a scardinare la difesa della Beauty in evidente difficoltà. Prima Rossi, poi Pierdicca trovano il 21 a 7. Finaurini entra per Pierdicca, poi è De Felici a trovare in diagonale il 22 a 8. Qualche disattenzione in ricezione di troppo permette alle ospiti di mettere un break di 4 a 0, ma l’ace di De Felice interrompe il tentativo di rimonta. Chiude il set un bel diagonale di Strappato per il definitivo 25 a 13. Top scorer del match Moretti a quota 8 punti, seguono appaiate a quota 7 Pierdicca, Rossi, Strappato, 4 per De Felice e 2 per Morisco.

La vittoria di domenica ha dimostrato in carattere e la determinazione di questa squadra perchè ci vuole carattere per non mollare sul 21 a 16, quando l’inerzia del set è tutto per le avversarie. Adesso il primo capitolo della stagione si è concluso con un gran bel risultato, ma è appunto solo il primo capitolo, ce ne sono ancora altri da scrivere insieme. Brave Girls e brava coach!!!