Serviva una prova di carattere e concentrazione per lasciarsi alle spalle i tanti, troppi errori che avevano condizionato l’ultimo match casalingo contro la Pallavolo Loreto. La migliore risposta è arrivata nel primo set disputato alle Ragnini, dove le ragazze di Mister Magrini sono entrate in campo con la giusta concentrazione e determinazione, aggiudicandosi il set 25 a 10, un set quasi impeccabile. Candia scende in campo con lo stesso sestetto di martedì, capitan Sangermano al palleggio, opposta Pioli, in banda Barucca-Caravaggi, coppia centrale Carboni-Mengarelli, libero Antonelli.
Candia parte forte con un bel mani-out di Caravaggi. Il capitano al servizio mette in crisi la ricezione delle padrone di casa e Candia si trova sul 7 a 0 grazie al diagonale preciso di Pioli. La Mantovani è fallosa in attacco e in battuta e Candia ne approfitta. Antonelli trasforma in punto una difesa abbondante che trova sguarnita la difesa anconetana e Candia vola sul 9 a 2. Sangermano cerca di sfruttare al meglio i suoi terminali offensivi e Caravaggi e Pioli non ripagano al meglio la fiducia. Il capitano, autrice di una gara sontuosa, si toglie anche la soddisfazione di sbrogliare qualche brutta situazione con ben 3 punti consecutivi che portano Candia sul 17 a 8. La Mantovani non riesce a prendere le misure agli attacchi delle ospiti, mentre in casa Candia funziona bene la fase difensiva con Antonelli attenta su ogni palla. Il set si chiude con errore in battuta delle Mantovani dopo l’ace di Caravaggi del 24 a 9.
Il secondo set si apre con un altro turno micidiale al servizio di capitan Sangermano che piazza 3 ace. La Mantovani però risponde con un bell’attacco dal centro e un ace, prima dell’errore candiese che riporta in parità il punteggio. Mengarelli al secondo tentativo è brava a chiudere il 5 a 3. Mister Magrini opera il primo cambio di serata inserendo Barchiesi per Mengarelli sul 6 a 5. Poi è il turno di Moroni per Antonelli e di Giacchetta per Barucca. Candia smarrisce la lucidità e le padrone di casa, grazie a un buon servizio, piazzano il break dell’11 a 8. Carboni chiude con un pregevole attacco dal centro l’azione del 9 a 11, prima dell’ace di Giacchetta. Candia, però, non riesce a ritrovare la continuità del primo set e la Mantovani scappa di nuovo sul 14 a 10. Il mani-out di Caravaggi interrompe il momento positivo delle padrone di casa e il turno al servizio di Carboni prima e Sangermano poi riportano il set in parità. Si combatte punto a punto sino al 17 a 17. Poi nuovo mini-break delle padrone di casa che si portano sul 19 a 17. Barucca rientra in campo per Giacchetta, mentre Pioli mette tutti d’accordo con il diagonale del 18 a 19. Barucca entra con il piglio giusto e con due diagonali vincenti riporta Candia avanti 20 a 19. L’ace di Barchiesi del 21 a 19 induce coach Campanella a fermare il gioco. Al rientro in campo Sangermano si affida a Pioli che non sbaglia il colpo del 22 a 19. Mister Magrini è costretto a spendere il primo time-out discrezionale sul 22 a 21. Al rientro la Mantovani sbaglia dal centro. Candia scappa sul 24 a 21 e chiude con l’ace di Pioli il set.
Nel terzo set Mister Magrini ridisegna la squadra con Calderoni per Pioli e Giacchetta per Caravaggi. La Mantovani parte subito forte, grazie anche a qualche distrazione di troppo in casa Candia.
Le ragazze di capitan Sangermano si trovano sempre a rincorrere, anche se il diagonale vincente di Barucca ricuce lo strappo sul 7 a 9, prima di un micidiale break delle padrone di casa che si portano avanti 16 a 7. Mister Magrini, esauriti già i due time-out a sua disposizione, richiama Pioli per Calderoni. Ed è proprio Pioli a mettere a terra la palla del 9 a 16. Candia fatica a ritrovarsi e dopo la murata presa, Barchiesi lascia il posto a Mengarelli sul 9 a 18. Il massimo vantaggio la Mantovani lo trova sul 20 a 10, prima che Candia ritrovi la giusta convinzione per provare a riaprire il set. Mengarelli e un buon servizio di Barucca mettono in cascina i primi punti, poi Caravvaggi e Pioli continuano il recupero. Carboni chiude lo spazio al contrattacco della Mantovani per il 16 a 21. Il recupero candiese si ferma con il pallonetto di Pioli del 17 a 22. La Mantovani non sbaglia più nulla e si aggiudica il set 25 a 17.
Nel quarto set si riparte con il sestetto iniziale e si riparte con l’ace di Sangermano. L’equilibrio dura sino al 5 a 5, poi Barucca sfodera due fucilate dai 9 metri e Candia piazza il primo mini-break del 7 a 5, prima del pallonetto vincente di Caravaggi che costringe le padrone di casa al primo time-out. Sangermano vede la luce nel campo avversario e piazza il 9 a 6. Candia, nonostante gli errori dai 9 metri (8 nel quarto set) forza e mette in crisi la ricezione delle padrone di casa. Sangermano piazza l’ace del 14 a 7. Poi fase confusa del set con diversi errori da una parte e dall’altra. La Mantovani prova a ricucire sull’11 a 15, ma Barucca ferma la striscia positiva con un gran pallonetto del 16 a 11. Carboni dai 9 metri semina il panico con due ace che portano Candia sul 22 a 14. C’è spazio ancora per l’ace di Sangermano e il diagonale vincente di Pioli che fissa il punteggio sul 25 a 15.
Candia ritrova così i 3 punti, il miglior viatico per affrontare una settimana importante, quella che ci porta allo scontro al vertice contro la capolista Stampaggi Castelfidardo.
Top-scorer del match l’opposto Pioli con 14 punti, ma questa sera la menzione speciale va al nostro capitano, la regista Sangermano che non solo ha distribuito al meglio il gioco, ma ha anche piazzato a terra ben 13 punti che per un palleggiatore sono davvero tanti. Bisogna anche ricordare che da ottobre Sangermano è di fatto l’unica palleggiatrice in casa Candia, in quanto la nostra Valeria è ancora alle prese con il problema alla caviglia. Psicologicamente non è facile avere il peso di essere l’unica, sapere che non ci si può permettere distrazioni e mancanze, ma noi eravamo certi che il nostro Capitano non si sarebbe tirata indietro e avrebbe dato il 101%.  Buono l’apporto anche delle nostre bande con 10 punti a testa per Barucca e Caravaggi, dimostrazione della varietà di gioco in casa Candia.
Sappiamo bene quanto sia importante per la classifica la partita di sabato prossimo, sappiamo che troveremo una squadra ben attrezzata allenata da coach Bughi che finora ha perso un solo punto per strada. Sappiamo, però, che giocando con attenzione e determinazione possiamo giocarcela alla pari con tutti e quindi massima serenità e voglia di arrivare più alto possibile. Ragazze, siete un gran gruppo e potete togliervi grandi soddisfazioni, noi ci crediamo e non vi faremo mancare il nostro supporto. Appuntamento sabato ore 18 a Candia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *