Partita vibrante ed emozionante quella che si è disputata martedì sera al Pallone di Candia. La nostra seconda divisione è tornata in campo un mese dopo il successo colto a Loreto per affrontare l’altra squadra loretana, la Pallavolo Loreto. Una partita vissuta tra alti e bassi per le biancocelesti, una partita che resterà forse alla storia per un primato negativo: 26 errori al servizio per le ragazze di Mister Magrini. Un fardello pesante che ha condizionato pesantemente l’andamento dei set, soprattutto nel primo set.
Mister Magrini schiera capitan Sangermano in cabina di regia, opposta Marti Pioli, in banda il duo Barucca-Caravaggi, coppia centrale Carboni-Mengarelli e a guidare la difesa Ely Antonelli.
E’ Sangermano a sbrogliare una brutta situazione e a mettere a terra il primo punto del 2018, ma fin dal primo servizio di Carboni si capisce che Candia non ha risolto i problemi già evidenziati a Loreto dai 9 metri. Le padrone di casa però in attacco con Pioli riprendono di nuovo il servizio per poi sbagliarlo di nuovo con il capitano. Al di là degli errori dai 9 metri Candia si mostra compatta in attacco con Pioli e Barucca e l’ace di Mengarelli segna il primo +3 del match. Un vantaggio che però dura poco. Loreto non sbaglia al servizio e mette in crisi la ricezione candiese che si fa cogliere impreparata sul 7 a 7. Oltre agli errori al servizio, Candia inizia a sbagliare anche in attacco e Loreto mette la freccia sul 12 a 9. Mister Magrini ferma il gioco sul 10 a 14, ma le ragazze di casa non reagiscono e Loreto scappa sull’11 a 17. Un muro di Pioli ridà ossigeno a Candia che prova a riprendere qualche punto, ma sul 19 a 14 mister Magrini ferma di nuovo il gioco e sul 20 a 14 chiama Giacchetta per Barucca per tentare di cambiare le cose in attacco.
Pioli mette a terra in diagonale il 15 a 20 e poi dai 9 metri centra il secondo ace di serata per il 16 a 20. Anche Carboni si esalta con l’attacco del 18 a 20, ma la striscia positiva di Candia si interrompe con il nono errore dal servizio, questa volta sbagliato da Pioli. Loreto ringrazia e si aggiudica il set 25 a 21 dopo 3 errori consecutivi di Candia.
Nel secondo set resta in campo Giacchetta per Barucca. Candia parte bene con un gran diagonale di Caravaggi che suona la carica, bissando a muro. Candia si porta sul 4 a 1, ma continua la serie negativa dai 9 metri e Loreto ne approfitta per restare attaccato nel punteggio. Ricucito il gap è Loreto a portarsi avanti 10 a 13 e allora mister Magrini ferma il gioco, temendo lo stesso andamento del primo set. Alla ripresa del gioco Candia pareggia i conti grazie a Pioli, Carboni e Giacchetta che trova il punto del 14 a 14. Il ritmo del match si alza e si prosegue punto a punto fino all’ace di Carboni che piazza il suo primo ace per il 18 a 16. Questa volta è coach Mataloni a fermare il gioco, ma Carboni trova continuità al servizio è piazza anche l’ace del 20 a 16, mentre Caravaggi è bravissima in parallela per il 21 a 16. Quando il set sembra prendere la strada di casa, Loreto torna nel set aggiudicandosi prima uno scambio lungo, poi cogliendo impreparata la difesa candiese. Il diagonale di Pio del 24 a 23 potrebbe essere l’anticipo dei titoli di coda, ma l’errore dal servizio di Mengarelli riapre nuovamente la contesa. Dopo una serie di scambi interminabili, prima Carboni piazza dal centro il 27 a 26 e poi uno dei pochi errori delle ospiti in attacco rimettono in parità il conto dei set.
Nel terzo set Loreto parte forte e si porta subito avanti 4 a 1. Due punti di Pioli rimettono in carreggiata Candia e riprende la battaglia punto a punto. Sul 10 a 9 per Loreto mister Magrini richiama in campo Barucca per Caravaggi, ma Loreto piazza il mini-break del 15 a 12. Le loretane mantengono 3 punti di vantaggio sino al 19 a 16, quando Mister Magrini spende il secondo time-out discrezionale a sua disposizione. Questa volta è il servizio di Giacchetta a ridestare le padrone di casa. Grazie a due ace personali Candia si riporta sotto 19 a 20, prima che arrivi l’ennesimo errore in attacco per Candia. Il Capitano Sangermano riaddrizza una brutta situazione chiudendo il 20 a 21 e Caravaggi torna in campo per dare peso all’attacco. Ed è proprio Aly Caravaggi a riportare Candia in parità 21 a 21 e poi a strappare gli applausi per il diagonale del 23 a 23. Come da applausi è l’alzata di Sangermano a filo-rete che Pioli trasforma nel punto del 24 a 23. Candia ha quindi il set-ball che non concretizza. Loreto sbaglia quasi niente, mentre in casa Candia arriva l’ennesimo errore al servizio e in attacco. Cinti entra al servizio per Mengarelli. Candia ha un altro set ball dopo l’attacco vincente di Carboni dal centro, ma una fischiata dubbia spegne gli entusiasmi candiesi e Loreto si aggiudica il set 29 a 27.
Nel quarto set si riparte con lo stesso sestetto del terzo set e Candia parte con un buon turno al servizio di Sangermano, nonostante continuino gli errori in casa Candia. Mister Magrini richiama Barucca per Giacchetta. Le padrone di casa mantengono 3 punti di vantaggio sino all’8 a 5. Un vantaggio effimero, perché Loreto non si disunisce e si riporta in parità per poi mettere la freccia sull’11 a 14. Mister Magrini questa volta chiama Calderoni per Pioli per provare a cambiare qualcosa. Una super parallela di Caravaggi è il segnale che Candia è ancora in partita. Grazie a due ottimi di diagonali proprio di Caravaggi Candia ritrova la parità. Sangermano fa una delle sue magie e imbecca ottimamente Caravaggi per il 18 a 15. Candia non riesce però a mantenere il vantaggio e Loreto riapre la contesa sul 21 a 21. L’ace di Calderoni regala a Candia il +2. Coach Mataloni richiama le sue e al rientro in campo anche per Caldaroni fatali sono i 9 metri. Un ace di Loreto riporta di nuovo il punteggio in parità. Mister Magrini, esauriti i tempi a disposizione, si gioca prima il cambio con Giacchetta per Barucca poi sul 26 a 26 rientra Pioli che ripaga la fiducia con il diagonale del 27 a 26. Il set si era aperto con l’ace di Sangermano che si toglie la soddisfazione di chiudere il set con l’ace del 28 a 26, sigillo su una prova importante da parte del capitano che ha corso per tutto il match cercando di rimediare a una ricezione e difesa non in gran serata.
Il tie-break, a differenza degli altri set, è il meno combattuto. Benzina finita per Candia che si trova subito a rincorrere le loretane che invece non sbagliano nulla. Si gira sull’8 a 4 a favore di Loreto. Le padrone di casa provano a rientrare con il diagonale vincente di Barucca per il 6 a 8, ma è l’ultima fiammata candiese che si arrende 8 a 15 a Loreto che con merito si aggiudica il match.
Siamo solo al terzo incontro, il campionato ancora è lunghissimo e molto probabilmente sarà più equilibrato di quanto ci si potesse aspettare. Candia deve crescere in convinzione perché i mezzi per fare bene ci sono. Manca ancora la grinta e la determinazione nei momenti decisivi, quella grinta che dagli spalti non è mai mancata grazie all’incitamento del nostro gruppo under 14 che anche martedì sera era presente per incitare le loro compagne. Al di là della sconfitta, al di là del numero assolutamente proibitivo di errori, c’è da sottolineare che quella di martedì è stata una bella gara, soprattutto per l’intensità di gioco. Candia, tranne che nel quinto set, è riuscita a rimanere sempre con la testa nel match. Poi si sa, nei finali ai vantaggi vince chi riesce a mantenere i nervi saldi.
Ci sono anche ricorrenze storiche con tie-break persi in casa dopo set infiniti, ricorrenze speriamo ben auguranti….
Adesso testa a sabato perché alle ore 16.00 Candia scenderà in campo alle Ragnini per affrontare la Mantovani. Un match da non sbagliare per riprendere subito quanto è stato lasciato martedì. Avanti a tutta, senza esitazioni!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *