Candia raddoppia! Mantovanivolley – Candia Volley 1 – 3

Candia si aggiudica anche il secondo match in questo campionato di seconda divisione. Dopo il successo dell’esordio casalingo, le ragazze di Mister Ferrante si ripetono in casa della Mantovani, con una vittoria che si è complicata a partire dal terzo set.

Mister Ferro conferma lo starting six di sabato, con capitan Sangermano al palleggio, opposta Barucca, in banda Caravaggi e D’Angelo, coppia centrale Lucescu e Mengarelli, libero Cinti. Candia parte bene con una doppia Lucescu che si fa valere a muro e in attacco ed è 3 a 1. Le padrone di casa accorciano e si riportano in parità sul 4 a 4, poi è una doppia Mengarelli a tenere le sue in parità. La parallela di Barucca regala il vantaggio alle candiesi, vantaggio che si amplia grazie al turno al servizio di Caravaggi che segna il 16 a 12. Candia sfrutta a dovere il servizio dai 9 metri con Lucescu e dopo l’attacco vincente di Caravaggi del 20 a 13, coach Socionovo spende il secondo time-out a sua disposizione. Al rientro in campo Lucescu non sbaglia il servizio e arriva il 21 a 13. Nel volley, però, finchè non cade il 25esimo punto è vietato rilassarsi. La Mantovani con il suo centrale sfodera un super servizio che mette in crisi totale la ricezione candiese. Mister Ferro richiama la sue sul 22 a 18 prima e sul 22 a 20 poi, ma le padrone di casa continuano a macinare ace e si ritrovano dal -8 al -1. Mister Ferro gioca la carta Elena Mosca per Laura Cinti per prendere un mini-break e la sostituzione porta bene, visto che la Mantovani spara out l’attacco. Un altro regalo delle padrone di casa riporta Candia sul +2, prima del muro di Lucescu che chiude i conti 25 a 22.

Nel secondo set si riparte dallo starting six e si riparte dall’attacco di Lucescu. Una doppia Barucca regala a Candia il 4 a 2, prima dell’attacco vincente di Caravaggi dalla seconda linea. Anche capitan Sangermano si toglie la soddisfazione del punto con il tocco di prima intenzione per il 9 a 5. Sul 12 a 6 coach Socionovo esaurisce i tempi a sua disposizione. Candia questa volta non abbassa il livello di attenzione, D’Angelo e Mengarelli picchiano forte dai 9 metri e arriva così il 20 a 7. Il finale di set è tutto per Lucescu, supportata da una buona ricezione di Cinti e smarcata da Sangermano la centralona candiese chiude il set 25 a 9.

Dopo il monologo candiese del secondo set, nel terzo set Candia parte bene grazie a un buon servizio di Barucca e agli attacchi di Caravaggi e Lucescu che segnano il 6 a 3. Sangermano fa ruotare le sue attaccanti e D’Angelo chiude in diagonale l’8 a 4. La parallela di Caravaggi del 10 a 5 segna il massimo vantaggio candiese. Le padrone di casa si registrano in difesa e ricezione e ricuciono lo svantaggio impattando sul 13 a 13. Un errore candiese propizia il sorpasso della Mantovani che poi raddoppia grazie a un ace. Sul 14 a 15, dopo l’esordio di Mosca, arriva quello di Sendy Cirenei che prende il posto di Mengarelli. Una “smanacciata” di Barucca mantiene Candia a -1. Grazie a un diagonale vincente di Caravaggi Candia si riporta avanti 21 a 20, un vantaggio che però non dura a lungo, visto che le padrone di casa si riportano avanti 22 a 21. Mister Ferrante esauriti i time-out, gioca la carta Caldaroni per Barucca sul 21 a 23. Un pallonetto di Caravaggi tiene in vita le speranze candiesi sul 22 a 23. Lucescu annulla il primo set-ball, ma al secondo tentativo le padrone di casa riaprono il match portandosi a casa il terzo set 25 a 23.

Nel quarto set Mister Ferro riparte dallo starting six, con l’unica variazione di Mosca a guidare la linea difesa al posto di Cinti. Il set di apre con il vantaggio delle padrone di casa a cui risponde in diagonale Barucca. La Mantovani ci crede, mentre Candia sbaglia molto ritrovandosi sotto 6 a 11. Mister Ferro spende il time-out a sua disposizione, poi chiama Caldaroni per Barucca. Caravaggi si riprende la scena con il bel diagonale dell’8 a 12, poi si concede il bis sfondando il muro per il 9 a 12. Le padrone rispondono sfruttando bene il pallonetto e riportandosi avanti 14 a 9. Lucescu suona la carica alla sue con il grande attacco del 12 a 14. Quando Candia sembra aver preso le giuste contro-misure, le padrone di casa premono il tasto dell’acceleratore e si ritrovano avanti 19 a 15. Caldaroni è brava a trovare il punto del 16 a 19, poi è Mengarelli a chiudere il 17 a 19. Il muro di Caravaggi-Lucescu funziona a dovere e dall’urlo liberatorio di Caravaggi si capisce che Candia è in partita. Il sorpasso candiese arriva grazie a un bel servizio di D’Angelo. Poi è di nuovo Caravaggi a trovare il punto del 21 a 20. Il quarto set è una continua altalena di emozioni e sul 23 a 23 Barucca rientra per Caldaroni. Lucescu sbarra la strada all’attacco delle padrone di casa e Candia si gioca il primo match-ball che si spegne a rete con l’errore dai 9 metri di Caravaggi. L’ace delle padrone di casa sembra decretare l’imminente arrivo del tie-break. A metterci una pezza ci pensa Lucescu che prima scarica tutta la sua potenza ben imbeccata da Sangermano per il 25 a 25 e poi chiude per il definitivo 27 a 25.
Top scorer del match Lucescu con 19 punti, 17 per Caravaggi, 11 per D’Angelo, 9 per Barucca, 4 per Mengarelli, 2 Sangermano e 1 Caldaroni.

Candia si aggiudica 3 punti importanti, considerando che il campo della Mantovani è sempre un campo “complicato” in cui le candiesi soffrono sempre. Il secondo set ha sicuramente illuso le ragazze di Mister Ferro. Nel terzo set la squadra di casa ha messo alle corde le candiesi che hanno dimostrato qualche difficoltà a livello fisico. Da apprezzare, però, la reazione del quarto set, quando sotto 15 a 19, sono rimaste attaccate al set e al momento giusto è venuta fuori la grinta e la giusta determinazione per portarsi a casa l’intera posta. In questo campionato non ci saranno partite semplice e sarà necessario mantenere sempre alta l’attenzione. Le indicazioni arrivate da queste prime due uscite stagionali sono comunque positive, la squadra deve ancora trovare la giusta amalgama, ma si sono viste buone cose, con alcune giocate davvero belle, dimostrazione che le qualità ci sono, basta crederci e continuare a lavorare in palestra! Ora prossima sfida sempre infrasettimanale con la Beauty Effect.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *