La legge del “Pala”-Candia: Candia Volley – Capricci Cupra 3 a 0

#carzyteam# questo l’hastag più appropriato per la nostra seconda divisione. Hastag  che in italiano significa: “squadra pazza”. In questa stagione la squadra di Mister Ferro ci ha stupito partita dopo partita per la loro imprevedibilità. Per chi aveva visto spezzoni dell’allenamento di giovedì sera, le probabilità di riaprire la serie play-off erano davvero poche. E invece tra le mura amiche le ragazze di capitan Sangermano sfoggiano una prestazione perfetta, senza sbavature.
Per la partita da dentro o fuori, Mister Ferro si affida a Sangermano in cabina di regia, opposta Barucca, coppia di banda D’Angelo e Mosca, al centro Mammoli e Mengarelli, libero Antonelli.
Cupra parte forte 2 a 0, ma Mammoli accorcia subito con un bel pallonetto e D’Angelo pareggia i conti in parallela. Candia mostra fin da subito il giusto atteggiamento, mentre Cupra fatica a trovare varchi nella difesa di casa. Negli scambi lunghi è Candia ad avere quasi sempre la meglio, con le ospiti che forzano i colpi trovando l’errore. Il diagonale di Barucca dell’11 a 6 certifica la prima fuga candiese. Il primo coro “C’è solo un capitano” si alza quando Costanza sbroglia con un tocco di seconda intenzione una situazione complicata, andando a trovare il 14 a 9. Altrettanto bello è l’attacco di Mengarelli del 15 a 9. Candia non sbaglia quasi nulla e Barucca concretizza al meglio la magia di Costanza che la smarca per il 19 a 11. In casa Cupra arriva il secondo time-out sul 22 a 11. Al rientro in campo è ancora Barucca a mettere a terra la palla. Il set si chiude proprio con l’ace di Barucca per il 25 a 13.
Il secondo set inizia come il primo: Cupra si porta sul 2 a 0 grazie a due errori in attacco delle candiesi. Le ospiti trovano il 3 a 0 con un bell’attacco dal centro. Il momento di black out si interrompe grazie all’attacco vincente di D’Angelo. Cupra fatica a trovare continuità al servizio e Candia ringrazia. Barucca, in serata di grazia, concretizza al meglio l’alzata di bagher di Sangermano per il 4 a 5. Il servizio di Candia si rivela l’arma in più con un ottimo turno di Barucca prima e Mammoli poi. D’Angelo lascia spazio a Bucco e Candia trova la parità sul 9 a 9 per poi riportarsi avanti con un altro tocco di seconda intenzione di Sangermano. Cupra però resta in scia e opera il contro-sorpasso sul 13 a 12. Mosca è bravissima a trovare il diagonale del 13 a 13, poi un’altra grande alzata di Sangermano a filo rete per Mammoli che realizza e Candia torna a +2. Dopo l’ace di Mengarelli del 16 a 13, Mister Ferro è costretto a chiamare il primo time out della serata. Grazie ad un ace Cupra trova la parità sul 17 a 17, ma Barucca da seconda linea non sbaglia e Candia ritorna a +1.Il diagonale di Bucco e l’ace di Mammoli consentono a Candia di portarsi sul 20 a 18. Sangermano si affida al braccio caldo di Barucca che da seconda linea piazza il 21 a 19. Cupra grazie agli attacchi dal centro si mantiene in scia, ma l’errore dai 9 metri sul 22 a 21 regala a Candia la doppia lunghezza di vantaggio. Mosca mette a terra il diagonale del 23 a 20 trovando un angolo impossibile. Antonelli in difesa alza le barricate e il set si chiude con il mani-out di Barucca per il definitivo 25 a 22.
Nel terzo set Candia parte subito forte con un doppio vantaggio e il diagonale di Bucco che fissa il punteggio sul 3 a 0, andando a chiudere uno scambio lunghissimo con una super difesa di Mammoli. Sangermano fa ruotare al meglio le sue attaccanti con Mengarelli che mette a terra il 4 a 2. Cupra non riesce ad entrare mai veramente in partita, con le candiesi sempre concentrate. Dopo l’8 a 3, le ospiti provano a reagire accorciando sino all’8 a 5. D’Angelo rientra in campo per Mosca e la neo-entrata spezza il digiuno candiese con il diagonale del 9 a 5. Il turno al servizio di Barucca mette in crisi la ricezione ospite e il coach di Cupra chiama il primo time-out sul 12 a 6 per provare a spezzare il ritmo in battuta di Giada. Ma Barucca non sbaglia al rientro in campo e coglie l’ace del 14 a 6. Il vantaggio fa abbassare la guardia alle candiesi e Cupra ne approfitta. Mister Ferro chiama due time-out ravvicinati sul 15 a 10 e sul 15 a 12 dopo due ace subiti. Al rientro in campo è Bucco a chiudere un altro scambio lunghissimo con una bella rasoiata in diagonale. L’ace di Mammoli riporta Candia a +5. Le padrone di casa ritornano così ad avere in mano il pallino del gioco, con Sangermano che distribuisce al meglio. Barucca mette il punto esclamativo sulla sua prestazione con il super diagonale del 21 a 14. Mister Ferro non appena vede un passaggio a vuoto delle sue, avendo finito i time-out a sua disposizione, richiama dalla panchina Mosca per D’Angelo. Mammoli a una mano vince il contrasto a muro che regala il 24 a 18 alle sue. Il match si chiude con un errore in attacco di Cupra, dopo l’ennesimo scambio lungo. Il set finisce così 25 a 19 con Candia che festeggia i primi 3 punti del suo play-off, riscattando al meglio la prestazione opaca di Jesi. Top scorer del match Giada Barucca con all’attivo 15 punti, seguono Mammoli a quota 9, 6 per D’Angelo, 5 per Bucco e Mengarelli, 4 per capitan Sangermano e 2 per Mosca.
I 3 punti erano fondamentali per rimettersi in careggiata, ora i giochi sono di nuovo aperti: Mercoledì Cupra affronterà la Pieralisi, poi sabato si torna a giocare a Candia. In questo match si è vista una squadra determinata, sempre concentrata, compatta in tutti i reparti. Forse una delle prestazioni migliori della stagione dal punto di vista caratteriale. Il servizio e la difesa hanno fatto la differenza e finalmente in campo c’è stata la giusta cattiveria agonistica, quella imprescindibile in una serie play-off. Un plauso ancora una volta va alle nostre tifose speciali: le ragazze del giovanile hanno scatenato una vera e propria “bolgia”, sono il nostro settimo uomo in campo. Vi aspettiamo sabato 11 maggio alle ore 17 a Candia per l’ultima partita casalinga dell’anno!! #SICANDIASI#

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *