Una Candia dal doppio volto… Publiesse Candia – Pol. Libertas Jesi 2 -3

Una Publiesse double-face quella vista ieri a Candia. Primi due set da dimenticare per le ragazze di Mister Talleri-Ambrosi che ancora una volta sbagliano totalmente l’approccio alla gara.  
Starting-six con Giuliani al palleggio, opposta capitan Rinaldi, in banda Polentini e Galli, coppia centrale Fratesi e Giacchetta, libero Lucarini.
L’approccio sbagliato si concretizza nei 6 errori iniziali del primo set. La Libertas si ritrova avanti 6 a 2 senza aver fatto praticamente nulla, visto che ci pensa Candia a sbagliare tutto in attacco. Sul 4 a 6 i due tecnici hanno speso già un time-out per uno, a dimostrazione di quanto le due squadre partono contratte. Galli trova la parallela vincente del 9 a 9 che riporta nel set le ragazze di casa, ma la Libertas in difesa è quasi impenetrabile e nei contrattacchi si dimostra più cinica. Sotto 11 a 15 arriva il secondo cambio per Mister Talleri che dopo aver sostituito Polentini con Vaccarini, cambia in regia con Pierdica per Giuliani. E’ ancora una volta Galli ad andare a segno da due per il 15 a 12, poi capitan Rinaldi accorcia ulteriormente le distanze, ma per Candia sono gli errori a condizionare il set. Galli dai 9 metri spedisce in rete e la Libertas ritorna a più 3. Fratesi a muro è sempre il nemico numero uno per le attaccanti avversarie e trova il muro del 16 a 17. La Libertas non si scompone e sotto i colpi della La Padula e Barocci riconquista un buon margine e va a vincere con merito il set 25 a 19. La strigliata di Mister Talleri al cambio di campo sembra scuotere inizialmente le sue che nel secondo set partono bene 7 a 3, è pero’ una partenza illusoria. Jesi si riporta subito sotto e con un break di 6 a 0 si porta avanti 9 a 7. Giuliani non riesce a smarcare le sue e Candia fatica le proverbiali sette camice per mettere a terra la palla. Sul 10 a 14 arriva l’ennesima tegola in Candia. Fratesi scendendo da muro sente un problema al ginocchio ed è costretta ad abbandonare anzitempo il campo. La Publiesse perde così una pedina importantissima, una delle più in forma in questo avvio di stagione. Candia sparisce di fatto dal campo. La Paoletti mette in moto tutte le sue attaccanti che non sbagliano un colpo. Mister Talleri prova a cambiare inserendo Marconi e Pierdica per Rinaldi e Giuliani, mentre nel finale Antonini prende il posto di Giacchetta, ma il set è ormai compromesso e la Libertas va a vincere 15 a 25. Dopo due set praticamente non giocati, sotto 2 a 0 , la Publiesse con un sestetto totalmente stravolta rispetto allo starting six si ridesta. Pierdica trova in Marconi l’arma in più e le certezze della Libertas iniziano a scricchiolare. Marconi apre il set con due colpi vincenti, mentre Vaccarini è brava a concretizzare con un pallonetto millimetrico il 7 a 0. Sul 9 a 0 coach Santoni richiama le sue, ma al rientro in campo Bolletta piazza il primo tempo vincente del 10 a 1. Candia sembra un’altra squadra rispetto ai primi due set, ma anche la Libertas mostra un volto totalmente differente, incapace di reagire sotto i colpi di una Marconi immarcabile. L’ace di Alessia segna il 12 a 1, mentre Galli piazza con un pallonetto lungo il 15 a 2. Nel finale di set Antonini è brava a scaridare la difesa della Libertas con un altro pallonetto, il set si chiude con il punto vincente di Bolletta per il definitivo 25 a 11.
Nel quarto set è ancora una volta Candia a partire meglio con un break di 4 a 1 grazie agli attacchi di Marconi e l’ace di Galli. Bolletta trova due muri consecutivi e permette a Candia di mantenere un doppio break di vantaggio. Per Galli, dopo tre set tra luci e ombre in attacco, arriva il momento del riscatto e con ben sei punti consecutivi porta Candia sul 14 a 8. La Libertas, pero’, non si arrende questa volta e nonostante il parziale negativo del 18 a 11 ha il merito di riaprire il set. Candia non riesce a trovare il cambio palla. Mister Talleri gioca la carta del doppio cambio con Rinaldi e Giuliani dentro per Pierdica e Marconi e dopo due tentativi è il capitano Rinaldi a trovare la parallela del 19 a 15. Galli continua a picchiare forte e trova il 20 a 16. Nuovo doppio cambio in casa Candia e Marconi non perde il feeling con il diagonale trovando il 21 a 16. Ancora una volta, quando il set sembra avviarsi verso le padrone di casa, la Libertas rialza la testa e grazie anche a qualche errore di troppo in attacco delle candiesi trova la parità 22 a 22. Set finale concitatissimo con super Vaccarini a muro per il 23 a 22. Questa volta è la Libertas a commettere un doppio errore in attacco e dai nove metri e regalare a Candia il quarto set 25 a 23.
Nel tie-break Candia parte di nuovo meglio con un parziale di 5 a 1, ancora una volta fondamentale in contributo di Marconi in prima linea. Dalla ricezione, pero’, arrivano i primi problemi per Candia che subisce 2 ace e con due errori in attacco candiesi la Libertas ritrova la parità. Il muro di Bolletta permette a Candia di riportarsi a due lunghezze di vantaggio e Candia va al cambio di campo avanti  8 a 6 grazie a un muro a uno della neo-entrata Rinaldi su La Padula. Le ospiti non demordono e ritrovano annullano lo svantaggio. Candia ritrova il doppio break di vantaggio grazie a Rinaldi e Galli, ma un pallonetto e un doppio riportano nel set la Libertas. Il mani-out di Rinaldi dell’11 a 10 è segna l’ultimo vantaggio candiese. Al servizio Rinaldi lascia spazio a Pierdica, mentre Marconi rientra in prima linea per Giuliani. La Libertas, a differenza del finale di quarto set, non sbaglia niente mentre Candia sciupa in attacco e dopo il diagonale vincente di Marconi del 13 a 13 due errori in attacco chiudono il set 15 a 13 a favore delle ospiti che si aggiudicano così il secondo tie-break in tre giorni.
Top scorer del match per la Publiesse Galli con 18 punti, 14 per Marconi, 11 Vaccarini, 7 Rinaldi e Bolletta.
In una serata partita malissimo Candia puo’ consolarsi con i due set recuperati, anche se ancora una volta sono stati tanti, troppi gli errori per la squadra di Mister Talleri e Ambrosi. I complimenti vanno alla Libertas che tranne che nel terzo set non ha mai mollato mentalmente e nel finale del tie-break ha dimostrato sicuramente maggiore determinazione. Visti anche i risultati degli altri campi a livello di classifica Candia non ha perso molto, ma sicuramente è da rivedere totalmente gli approcci alle partite anche perchè sabato prossimo dall’altra parte della rete ci aspetterà la Nef Osimo, squadra che in casa è un osso durissimo. Un pensiero va al nostro centralone Fratesi che proprio in questa stagione che ha iniziato alla grandissima è costretta a fermarsi dopo l’infortunio di ieri sera che però ci auguriamo noi sia nulla di grave. Giovy, torna presto tra noi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *